[Vai al contenuto] | [Home page] |

 

 

 

 

Via Nuova Toscanella, 235 - 80145 Napoli - Tel. 081 7405899 naic8dc00v@istruzione.it - naic8dc00v@pec.istruzione.it

 

  • sei in:Home»pari opportunità

 

 

logo 8 marzo PARI OPPORTUNITA'

 

mimosa
8 MARZO
FESTA DELLE DONNE

 

A.S. 2015/2016

logo miur pari opportunita

Dal sito del MIUR - LE STUDENTESSE VOGLIONO CONTARE

La Girandola - 8 marzo Storia e significato della Giornata delle Donne.

AMNESTY INTERNATIONAL - 8 marzo: fermiamo la violenza contro le donne

AMNESTY INTERNATIONAL - 8 marzo, Mai più spose bambine: le iniziative di Amnesty International Italia. Dal Burkina Faso, la testimonianza delle attiviste per i diritti delle donne

Onu. Lo stato delle donne nel mondo - Rapporto 2015

RAI storia - La puntata de Il Tempo e la Storia è dedicata alle origini della festa della donna e alla vicende del movimento femminista italiano a partire dal secondo dopoguerra con la conquista del suffragio universale, passando per le lotte per il riconoscimento dei diritti delle donne negli anni ’60 e ’70, fino ad arrivare ai giorni nostri. VAI

RAI storia -Il voto alle donne. La lunga strada VAI

 

 

EVENTI IN CITTA'

Martedì 8 marzo 2016 sarà consentito l’ingresso gratuito a tutte le donne all’interno dei musei e delle aree archeologiche e nei monumenti statali. Lo ha deciso il Ministro Franceschini, per sottolineare il rilievo di questa giornata dedicata ai diritti delle donne. Nei musei a Napoli anche tante iniziative che consentiranno di arricchire la giornata gratuita con altri eventi.

Al Museo di Capodimonte aspettano tutte le donne alle 11.30 e alle 16.00 per raccontare la storia delle donne che hanno reso celebre la Reggia, da Elisabetta Farnese a Carolina Murat, e alle 17.00 ascolteremo il concerto di musiche barocche dell’ensemble tutto al femminile Musico Spirto.

logo marzo donna

DREAM TEAM DONNE IN RETE

"DALLE DONNE LA FORZA DELLE DONNE"

per saperne di più sugli eventi dal 9 al 18 marzo clicca qui

MARZO DONNA COMUNE DI NAPOLI

Incontri, convegni e tavole rotonde, prevenzione, mostre di arte visiva, presentazioni di libri, interventi nel carcere femminile, rassegne cinematografiche, spettacoli teatrali, concerti, reading, presentazioni  app per smart phone, gazebi informativi, incontri di medicina di genere, laboratori di educazione ai sentimenti, fiere, musica, flash mob, visite guidate ed itinerari turistici, sono alcune delle cose che accadranno nella città di Napoli in occasione del Marzo Donna 2016.

per saperne di più

 

 

 

A.S. 2014/2015

"Il futuro del pianeta dipende dalla possibilità di dare a tutte le donne l'accesso all'istruzione e alla leadership. È alle donne, infatti, che spetta il compito più arduo, ma più costruttivo, di inventare e gestire la pace.
Le Donne che hanno cambiato il mondo, non hanno mai avuto bisogno di “mostrare” nulla, se non la loro intelligenza."
(Rita Levi Montalcini)

 

Violenza sulle donne in Italia, i dati Istat: una su tre tra i 16 e i 70 anni ne è vittima (da Il Corriere.it)

per saperne di più

 

(da UIL PA)

Dall'analisi di alcuni dati del Global Gender Gap Report 2012 che fotografa il divario tra i sessi in 135 paesi, l'Italia è passata dal 72° al 74°posto, costretti ad inseguire persino il Ruanda e la Mongolia, dimostrando ancora una volta di essere un paese dove le "pari opportunità" rappresentano solo il nome di un ministero!

dal 1° gennaio 1948 quando è entrata in vigore la Costituzione repubblicana, in Italia si sono succeduti 11 Presidenti della Repubblica, 16 Legislature e 60 governi. Nonostante i numerosi cambiamenti politici, le donne non sono riuscite mai a ricoprire le più importanti cariche dello Stato.

Dopo 65 anni dalla sua nascita la Repubblica Italiana continua a vantare alcuni primati negativi:
solo 75 donne hanno ricoperto ruoli di governo;
29 ministre (la prima fu Tina Anselmi nel 1976, nominata Ministro del Lavoro e Previdenza sociale nel III Governo Andreotti);
2 ministre ad interim;
17 ministre senza portafoglio;
1 vice-ministra (Patrizia Sentinelli nel 2006, II governo Prodi);
114 sottosegretarie
2 Presidenti della Camera dei deputati: Nilde Iotti dal 1979 al 1992 e Irene Pivetti dal 1994 al 1996;
Unica senatrice di nomina presidenziale è stata il Premio Nobel Rita Levi Montalcini;


NON C'E' MAI STATA:
una Presidente del Senato
un Presidente del Consiglio;
una Presidente della Repubblica.
Se poi volgiamo lo sguardo all'Europarlamento i dati sono ancora più negativi, l'Italia è 24° su 27 nazioni per percentuale di eurodeputate.
Nonostante si rilevi una sensibile crescita di donne al governo e in Parlamento dobbiamo fare ancora molti passi in avanti per aumentare la presenza delle donne in ruoli di governo, sia nel pubblico che nel privato, per creare una vera e propria leadership femminile, così come è avvenuto in altri paesi, soprattutto del Nord Europa

 

Istat, sul lavoro le donne ancora penalizzate (da Il Fatto Quotidiano"
Cosa ci dicono i dati statistici sul rapporto tra uomo e donna in relazione al sistema scolastico e al mondo del lavoro nella realtà del nostro paese? A tal fine ci siamo avvalsi delle più recenti Ricerche effettuate dall’Istat su tali argomenti.

per saperne di più

 

L'UNICEF nella Giornata della donna: l'istruzione femminile è base dell'emancipazione

per saperne di più

8 marzo, solo 10 donne su 100 nei consigli delle società quotate (da Repubblica.it)

per saperne di più

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 


[Torna all'inizio del contenuto] [Torna al menu di navigazione] [Home page]